quasi un must

Wacom Cintiq 13HD – quick review

Da sempre innamorata di Cintiq e Intuos non potevo esimermi dallo scrivere una velocissima recensione sulla nuova Wacom Cintiq 13 HD; si presenta con una superficie liscia, carbon black e più sottile rispetto alle consorelle – facile da posizionare grazie al piedino che le consente di assumere varie inclinazioni per lavorare meglio.

tanto rumore per nulla..

iOS 7 e Mavericks, calma piatta sulla costa

Invece che avanti si va indietro tutta, come diceva il buon Pazzaglia..
Queste nuove evoluzioni grafiche, parti lunghissimi di menti lunghissime, non mi entuasiasmano e non mi piacciono.
Mi paiono tutti incroci di stili già visti; soprattutto: dopo che Apple ci ha frantumato le scatole con i diktat sul gloss delle icone, la roundness, il depht of field e quanto altro ecco che tutto torna all’origine: calma piatta!

il nettare degli dei

Il caffè della staffa.. o della morte!

E come ultimo desiderio, il caffè della Morte! Il @TristeMietitore questa volta non c’entra affatto, il merito è tutto di una compagnia low-cost che ha messo in commercio una miscela che promette di essere la piú forte, potente e decisa che sia mai stata prodotta.
Miscelando alcune delle tostature piú aromatiche e decise questo caffè contiene il 200% in piú della dose di caffeina che trovereste in un normale espresso..
Da bere responsabilmente!

geniali questi svizzeri!

Beertone: dalla Svizzera la Palette della Birra!

Bionda o scura? Quelli di @beertoneme ne hanno fatto una ragione di vita e hanno creato una palette per birre che vi farà dimenticare la palette di Pantone!
L’idea è semplice: un taglet ring con oltre 200 birre Svizzere catalogate con cura e dedizione per offrire a tutti i designer (e drinker) un’esperienza davvero irripetibile.
Il pre-order delle tre versioni comincia ad Aprile, avanti con le bionde/rosse/scure quindi!

poker sees no color

Tutti i colori del Poker (e dei Poker Players!)

Giusto per ridere un poco..
Ai colori si associano un sacco di numeri, sogni e peculiarità.. e nel poker? Accade lo stesso?
Mettiamo tre dei migliori giocatori italiani (Luca Pagano, Christian Favale e Luca Moschitta) a confronto con una palette di colori e con i numeri della smorfia, che ne verrà fuori?