divertimento e green soul

Kit Botanico di LEGO La rivoluzione verde di LEGO: mattoncini in materiali sostenibili

I mattoncini LEGO® non saranno più solo divertenti ma anche ecologici: la decisione della casa di Billung non fa discutere e rende i consumatori più felici: nei prossimi anni i nuovi cicli di produzione di alberi, piante, fiori, cespugli e fogliame saranno derivati interamente dalla canna da zucchero.

La rivoluzione comincia con la botanica ma per LEGO® è un passo importante nell’utilizzo di materiali sostenibili per ogni mattoncino prodotto. Il piano generale riguarda una sfida che l’azienda sta cercando di portare avanti con forza: entro il 2030 tutti i prodotti, comprese le confezioni, dovranno essere composti da materiali sostenibili.

Tim Brooks, Vice Presidente della compagnia danese, dichiara: “Qui alla LEGO® vogliamo essere d’impatto, un impatto positivo nel mondo che ci circonda e stiamo lavorando duramente per produrre i migliori giochi per bambini in materiali completamente sostenibili.

I primi set saranno disponibili già da quest’anno.
Ma di che cosa sono fatti esattamente? Di polietilene, una resina flessibile, reistente e duratura. La differenza al tatto non sarà quasi percepibile rispetto ai prodotti già in commercio, ma il cuore sarà tutto green. Anche la colorazione non subirà variazioni – qui e qui una carta dei colori LEGO®, e per i più curiosi c’è una discussione su Reddit.

Se tutte le aziende seguissero la stessa strada il futuro sarebbe meno fosco e le risorse del pianeta potrebbero finalmente essere impiegate al meglio, senza eccessi e senza sprechi.
Dello stesso parere è anche Elon Musk che non solo cerca soluzioni innovative e di “riciclo”, ma (come tutti sappiamo) vuole diventare una delle persone in grado di salvare questo pianeta.

Ma torniamo ai mattoncini LEGO® e alle previsioni aziendali per un domani migliore: se entro il 2030 tutte le confezioni ed i materiali avranno un’origine ecologica e sostenibile e sarà possibile smaltire in modo migliore gli scarti industriali della produzione, potremmo dire di aver fatto un grande passo avanti e applicare la tecnologia a tutti i prodotti che basano il loro processo lavorativo sulla plastica.

Se avete voglia di far sapere all’azienda la vostra opinione in merito, utilizzate e seguite l’hashtag dedicato: #PlantsfromPlants!

 

full-stack graphic designer | italian community manager | social media manager | blogger, autrice e saggista | appassionata di Giappone, poker e pianoforte | mai senza occhiali da sole | attaccabrighe per natura