home » design, inspiration, resources, social, trends

L’etica del designer – ovvero come contribuire alla disfatta delle community

┬╗ 6 March 2010post by @liquidskydesign

Non e’ un mistero che da diverso tempo non si faccia altro che parlare di guru e di come hanno devastato la comunita’ grafica in Italia e nel resto del mondo. L’articolo piu’ duro che ho letto in proposito viene da Antonio Fullone; io ho replicato pubblicando l’intervista di G.D., grafico di successo.

Poi la cosa e’ dilagata a macchia d’olio: in ogni forum o community o designer site italiani e non, si sono diffusi articoli e post su come si possa rovinare una comunita'; mi sono chiesta quanto ci sia di vero e quanto sia invece opera delle coscienze collettive che si vogliono a tutti i costi schierare da una parte e dall’altra.
Ho cominciato a leggere in profondita’ gli articoli, ad analizzare le personalita’ di chi scrive, a guardare le statistiche del sito ospitante, il livello di grammaticita’ dei commentatori e, soprattutto, i contenuti.
Ne e’ venuto fuori uno stralcio veramente interessante che mi sento di condividere, se non altro per farsi due risate (amare forse); godetevi quindi una carrellata di cose da fare per distruggere definitivamente il mondo del design internettiano =)

Io scrivo articoli da urlo!

Cominciate cosi’, con un bellissimo titolo ad effetto, di quelli che riempiono la bocca e il cervello.
Il contenuto deve essere da sballo, ovviamente! Copiate gli articoli che trovate in rete, magari cambiate qualche parola qua e la’, cosi’ gli autori a cui non avrete dato alcun credito non risaliranno facilmente a voi.
Aggiungete anche delle immagini da sballo, di quelle che si trovano in rete o su Flickr (idem come sopra per la storia degli autori); se credete che l’immagine che volete utilizzare sia un po’ troppo usata, aprite un editor grafico (Paint.net e’ gratuito ma se volete fare le cose in grande avrete sicuramente scaricato una copia di pirata di Photoshop!) e girate l’immagine. Fara’ sicuramente un effetto diverso.

Se utilizzate WordPress procuratevi qualche plugin interessante come Blog Protector, cosi’ saprete se qualche idiota ha copiato uno dei vostri articoli cosi’ faticosamente pubblicati!

Inoltre pubblicate il vostro articolo su vari altri blog, fate i guest poster e arricchite la vostra popolarita’ re-twittando il vostro stesso articolo. Se avete piu’ account twitter (o similari) fate in modo di creare una lunga catena di S. Antonio: twittando un post sull’account A questo redirigera’ sull’account B che redirigera’ sull’account C e cosi’ via.. di modo che, se twittate per la prima volta un articolo a Pasqua, sara’ ancora in circolazione a Natale.
I pingback servono anche a questo, cosi’ avrete una montagna di link sotto al vostro post!

La regola dell’amico e del commento

Avete di sicuro un amico furbo come voi, quindi chiedetegli di sponsorizzare il vostro ultimo articolo, voi farete altrettanto quando il vostro amico pubblichera’ un articolo di altrettanto valore culturale – se l’amico dovesse rifiutarsi potrete sempre intraprendere una campagna che boicotti il suo blog da quattro soldi!

Sempre il solito amico (che con la regola dei 6 gradi si separazione si moltiplica a dismisura) sara’ inoltre un assiduo commentatore dei vostri articoli. Ma anche voi dovete fare la vostra parte!
Commentate qualsiasi cosa vi si proponga, dai post sul forum di Amici di Maria de Filippi ai post in lingua estone di qualche guru autoctono. Ma come si commenta un post?
Vediamo le regole principali:

  • non usate mai il vostro nome, molto meglio uno pseudonimo che faccia cool e che sia trendy; magari potete anche mettere qualche frasetta divertente o cinque/sei asterischi per far notare meglio il commento:
  • utilizzare la foto di una bella donna aiuta a conoscere molti altri utenti e di sicuro rendera’ molto piu’ credibile il vostro commento e portera’ orge di visitatori al vostro sito;
  • quando commentate siate sicuri di ridurre il commento all’essenziale: a nessuno interessa davvero la vostra esperienza o quello che avete fatto per risolvere una certa controversia.. meglio essere stringati, concisi e mettere qualche bella faccina =)
  • anche qui vale il metodo: first in first out, ovvero cercate di essere i primi a commentare! Questo stimolera’ gli altri commentatori a lasciare un commento (stringato, beninteso); la tecnica migliore e’ quella di lasciare commenti utili e fantastici del genere:
    c’e’ da prevedere un altro grande vantaggio: oltre ad essere stato il primo, potrete contare sul fatto che tutti sapranno che il vostro lavoro e’ super scontato, quindi vi contatteranno in molti!
  • altra regola d’oro: inserite qualche link di riferimento al blog del gatto della zia o all’attivita’ del sopracitato amico, un paio di link ravvivano il commento!

Pubblico ergo sum!

Il contenuto del vostro sito o blog deve essere dinamico ma deve avere due fondamentali caratteristiche che vi renderanno sempreterna gloria e fama, nonche’ notorieta':

  1. il linguaggio di oggi e’ di quelli veloci, nessuno usa piu’ paroloni lunghi e noiosi; utilizzate un linguaggio ggggiovane e accattivante e non fatevi fermare dalle abbreviazioni che i matusa usano per circoncidere un post! Siate voi ad innovare, siate voi ke decidete della vs vita da dsgner e ke ne sapete d + d ttti gli altri xke se 6 avanti 6 arrivato!
    quick tip: se volete stupire i vostri lettori informateli che molte delle parole che usano i vecchi designer sono oramai state tolte dal dizionario ufficiale, sarete dei veri beoti =)
  2. stupite i vostri nuovi lettori ed eventuali clienti con un portfolio mirabile: mille colori e mille link (che cosi’ vi indicizzate meglio sui motori di ricerca) e un bel SEO pack (non sapete che cosa sia? fa niente, ma fa tanto cool che vi conviene metterlo anche nella minestra!); date sfoggio di Ajax e Flash on domand e inserite tutti i vostri link ai social network ai quali siete abbonati (o che possedete); l’utente deve capire chi siete anche dai vostri aggiornamenti di Facebook! Non sottovalutate questi potenti mezzi e non abbiate paura a postare anche li’ i vostri lavori o farvi taggare in qualche foto o qualche disegnetto.. tutto fa pubblicita’!

Non e’ necessario aggiornare il vostro blog costantemente, ma quello che e’ veramente importante e’ avere un portfolio di tutto riguardo: per non sprecare banda affidatevi a uno di quei siti che hosta per voi il portfolio oppure linkate direttamente i vostri lavori (che avranno sempre un bel po’ di visite aggiunte); se invece siete davvero capaci costruite un nuovo sito (una nuova installazione di WordPress o scaricate un template gratuito da copiare) e metteteci sopra i vostri lavori, comeuna bella vetrina.
Se invece desiderate mostrare i vostri lavori sul vostro blog/sito c’e’ un metodo infallibile per nattirare l’attenzioni dei potenziali clienti: mettete delle immagini, diciamo di 300×400 come dimensione a colori, magari delle .png e tappezzate il sito.

Ah, non scordiamoci della pubblicita’!
AdSense o tutti i vari antipixel e banner presi qua e la’ vi daranno un tocco di credibilita’ in piu’ (ce l’ha Smashing Magazine, potete averla anche voi, no?); soprattutto i banner antipixel fanno la differenza. Ne consiglio almeno 10. Se li abbinate con le pubblicita’ delle maiale a fine mese non dovrete preoccuparvi di pagare l’affitto dell’hosting =)

Formazione continua

Dovete tenervi aggiornati con le nuove tendenze.
Lasciate perdere, ve lo dico subito, l’andare in libreria e acquistare dei libri. Potete sapere tutto quello che c’e’ da sapere online! Googlate per qualsiasi cosa vi passi per la mente, se c’e’ qualcosa che non conoscete (PHP, SQL etc etc) vi bastera’ anche andare su qualche sito che mette a disposizione i documenti o i libri che vi servono.

E se siete interessati ai libri che vengono pubblicizzati da altri siti, cercate in rete: magari lo trovate da scaricare invece di comprarlo! Tanto chi lo ha scritto avra’ preso pezzi di articoli o di codice in giro e di sicuro non ha bisogno di soldi.

Restate in competizione!
Ci sono dei concorsi? Partecipate!
Qualsiasi sia l’argomento trattato dal concorso, partcipate con le vostre idee e creazioni: non siete iscritti al sito che mette in palio una cassa di Gazzosa Ruttella? Iscrivetevi con un account a caso e partecipate al concorso per disegnare il nuovo look dell’etichetta; se non vincete perche’ avete messo la foto di vostra sorella ubriacata dalla Ruttella non disperate: spammate il vostro sito e commentate, come abbiamo visto sopra, nei forum, sottoforum e anche sui lavori degli altri artisti. Riuscirete a guadagnare moltissimi visitatori =)

Sempre per la storia della competizione, che non guasta mai, ricordatevi di esporre e manifestare il vostro disappunto per quelli che vincono sempre perche’ hanno aerografato l’aria con la polvere d’oro disegnando una forma astrattoidale della bottiglia della Gazzosa Ruttella. Lasciate qualche commento negativo o qualche insultino o frecciatina, magari criticando il loro lavoro.. i flame come questi aiutano a tenere viva la conversazione, ad aumentare la vostra visibilita’ e a farvi riconoscere nell’ambiente!
Se non desiderate seguire il discorso o il thread vi bastera’ mettere un indirizzo email falso quando vi iscrivete a quei forum o siti, eviterete che gran parte dei commenti postati dopo il vostro affollino la vostra inbox.

Considerazioni finali e Sapevatelo Channel

Avete dei calzini sporchi? Twittate la loro foto!
Twittate di tutto e di piu’ e condividete qualsiasi risorsa, fosse anche la carta igienica usata da Mao Tze Tung!
E’ un ottimo e validissimo modo per avere un sacco di persone che vi seguono.. beoti come voi e idioti come voi =)

Il viaggio allucinante, durato un pomeriggio, ha messo in evidenza quanto certe persone siano brave a sparare a zero su qualcuno e poi comportarsi nello stesso modo; rovinare una comunita’ secondo me e’ facile, se essa e’ popolata da persone dello stesso livello paleolitico.. fortunatamente certe persone venogno allontante nelle comunita’ piu’ serie =)

E sapevate che la maggior parte dei siti che ho visitato saltellando da un link all’altro non sono compatibili con tutti i browser? E che la maggior parte degli utenti che hanno lasciato commenti su siti ottimizzati per IE (fatti con FrontPage) usano IE?

Non lo sapevate? Ecco, sapevatelo!

 

All posts and images on ./lsd are under a copyleft licence and protected by Safe Creative; third party images are copyright of own creators.

 
 
Mitsume Temo & the Round Earth Committee
 

Retro Zone: la pubblicita' anni 80
Florence Design Week presenta Alma Artis di Stefano Alinari
Florence Design Week 2011 - Quando il design crea valore
Firenze: quando il design crea valore
Andrew "nJoo" Hou ed il suo Wolverine